Seleziona una pagina

Sette Bocche

Sette Bocche è una sorgente naturale situata sulle colline tra Giffoni e Faiano, la cui acqua sgorga da sette punti ravvicinati. Una leggenda racconta di una proprietà magica: da ogni bocca l’acqua esce con un sapore diverso. Che sia vero o no, molti si sono recati alla sorgente spinti dalla curiosità. In passato erano soprattutto i giovani ad invitare le ragazze presso la fonte per provarne l’acqua e così, in quel luogo appartato, nascevano nuovi amori.

“…dalla fonte della musica popolare… ” è la nostra dichiarazione di intenti. Il mondo arcaico contadino è come un albero con grandi e profonde radici, che negli anni passati ha generato innumerevoli fiori: storie, canti, musica e leggende. Alcuni fiori hanno subìto delle trasformazioni, altri sono rimasti perfettamente intatti. La leggenda della Sette Bocche, da cui il gruppo prende il nome, è uno di quei fiori giunti a noi inalterati. Sette Bocche è il nome del gruppo e i musicisti che ne fanno parte vivono la musica popolare come un intreccio di allegria, passione e magia.

Il gruppo ha suonato in numerose manifestazioni nella provincia di Salerno, in tutt’Italia ed all’estero: Festival delle Notti dell’Aspide nel 2013, Festa del Pane di Trentinara dal 2009 al 2013, Parigi dal 2011 al 2014 presso l’Ogresse théâtre de marionettes e a Bruxelles per la Festa Italiana del 2004 per la Comunità Europea. Ha realizzato le musiche per diversi spettacoli teatrali il più importante dei quali è “La Saga di Nardantuono” rievocazione storica sulle vicende brigantesche del salernitano, edito sul National Geographic Italia di Ottobre 2010.

L’esordio discografico avviene nel luglio del 2014 con l’album “Simm ‘sett ‘ott e nuje”.
Il lavoro ripercorre le tappe del loro cammino di ricerca artistica iniziato nel 2004, che li ha portati alla scoperta del materiale folklorico inedito appartenente all’area geografica dell’Agro e dei Monti Picentini. L’album rende giustizia anche alla necessità da parte dei componenti del gruppo di fare spettacolo, alla passione per il teatro e alle differenti influenze musicali. Ecco perché in “Simm ‘sett ‘ott e nuje” trovano spazio brani classici recitati, brani ballabili, rivisitazioni di canzoni popolari in chiave progressive, brani d’autore e arrangiamenti pop di brani tradizionali.

Le Sette Bocche sono:
Angelo Plaitano – chitarra e voce
Armando Rizzo– fisarmonica e voce
Alfredo Marraffa – flauti
Antonio Rizzo – basso, voce e putipù
Alessio Piccolo – percussioni
Daniela Dentato – danza, voce e tamburello
Francesca La Ragione – danza e percussioni

Pin It on Pinterest

Share This